OSSERVATORIO BANNER FIU

data evento: 26-01-2021

Pubblichiamo il report dell'incontro sul ruolo delle reti civiche e di mutuo aiuto nella gestione dell'emergenza che abbiamo realizzato insieme ad ActionAid Italia e Legambiente in occasione del Festival della Partecipazione 2020. 

Quali sono le risposte nate dall’attivismo di associazioni e comunità durante la pandemia? Quali sono i bisogni dei singoli territori e di chi li attraversa quotidianamente, a partire da realtà formalizzate, come associazioni, cooperative, parrocchie, a quelle informali come reti di cittadine e di cittadini che si sono messi in gioco, interfacciandosi con le istituzioni a più livelli, cittadino, regionale e nazionale?

Coinvolgendo 37 realtà del territorio nazionale, la nostra Fondazione insieme ad ActionAid Italia e Legambiente, ha organizzato ”Il ruolo delle reti civiche e di mutuo aiuto nella gestione dell’emergenza”, un incontro all’interno del Festival della Partecipazione che si è svolto a Bologna il 16 ottobre 2020, con l’obiettivo di favorire il confronto tra le diverse iniziative civiche che si sono attivate durante le fasi più acute della pandemia.

L’incontro rientra in un processo di indagine coordinato dalla nostra Fondazione che ha l’obiettivo di inquadrare le azioni messe in campo da reti civiche, comunità e terzo settore per fronteggiare le conseguenze della Covid-19.

Un prima indagine è stata realizzata tra maggio e giugno, all’indomani del lockdown, con interviste qualitative a 280 comunità bolognesi.
Successivamente e insieme a ActionAid Italia e Legambiente, tra settembre e ottobre, l’indagine è proseguita con una seconda attività grazie all’ingaggio di 36 realtà attive (23 a Bologna, 13 a livello nazionale), per approfondire il confronto e porre la discussione da punti del territorio nazionale.
Per favorire la messa in rete delle azioni di mutualismo al tempo della pandemia, all’interno del Festival della Partecipazione si è svolto quindi un incontro che ha visto la partecipazione sia da remoto che in presenza da parte di numerose comunità:

Antoniano Onlus - Bologna; APE Onlus - Bologna; Cantieri Meticci - Bologna; La Speranza - Corsico (MI); RE-WARE - Roma; Caritas Vigevano - Vigevano (PV); Legambiente Catania - Catania; Cooperativa Trame di Quartiere - Catania; Circolo Legambiente di Agira - Agira (EN); Circolo Legambiente di Atessa - Atessa (CH); Circolo Legambiente di Cormano - Cormano (MI); Circolo Legambiente “Il Riccio - Appia Sud” - Roma; Circolo Legambiente “Mondi possibili” - Roma; Progetto Seeds - Napoli; Movimento per il diritto all’abitare - Roma; Caritas Diocesana di Tricarico - Tricarico (MT); Legambiente Ravenna - Ravenna; Progetto Ecco Pilastro - Bologna; S.U.P.E.R Bergamo - Bergamo; Arci Bologna - Bologna; Legambiente Bologna - Bologna; Sos Ballarò - Palermo; Coordinamento Aurora2020 - Torino; Ritmolento - Bologna; Don't Panic - Bologna; Arvaia - Bologna; RiMake - Milano; 3e32 - L’Aquila; Dynamo - Bologna; Instabile Portazza - Bologna; Ya Basta – Brigate di Mutuo soccorso - Bologna; TPO - Bologna; Nonna Roma - Roma; Libera Bologna - Bologna; Ateliersi - Bologna; Empori Solidali - Bologna; Case Zanardi - Bologna.

La prima parte dell’incontro ha previsto un momento introduttivo di Donatella Della Porta della Scuola Normale Superiore di Pisa per inquadrare il fenomeno anche a livello globale; successivamente ActionAid ha approfondito il tema della povertà alimentare in emergenza, con la presentazione del rapporto “Il ruolo delle reti civiche e delle esperienze di solidarietà alimentare nel garantire il diritto al cibo durante l’emergenza” e infine la nostra Fondazione ha presentato le indagini sulle realtà civiche realizzate tra giugno e settembre.

Durante la seconda parte sono stati creati 6 tavoli di lavoro, 4 in presenza e 2 da remoto, in cui le realtà partecipanti, grazie alla presenza di una facilitazione e all’utilizzo di domande guida, si sono confrontate sulle esperienze nate per rispondere ai bisogni emersi durante l’emergenza: dal bisogno abitativo ed educativo, legato alla carenza di strumenti per accedere alla didattica a distanza, passando per quello sanitario, con la distribuzione di farmaci e dispositivi di protezione individuale, fino ad arrivare al bisogno di beni alimentari, ricorrente e diffuso su tutto il territorio della penisola.

Di seguito il report che racconta e sistematizza quanto emerso durante i tavoli di lavoro. 
Report Mutualismo  al tempo del Covid.-19: 3° indagine

Aggiornamenti Rinnovare la città Osservatorio