BolognaAttiva banner sito fiu

Bologna attiva

Bologna Attiva - Officina metropolitana per il nuovo lavoro, il mutualismo e l’economia collaborativa - è un progetto di rigenerazione umana, urbana e sociale basato su una collaborazione inedita, che vede lavorare insieme realtà pubbliche, private e comunitarie su diversi livelli: è uno spazio che ospita un coworking, un'aula studio e diversi servizi di prossimità per studenti, percorsi di accompagnamento professionale, di mutualismo e attività culturali e di comunità. 

Negli ultimi anni il tema del nuovo lavoro, in particolare legato al settore della cultura e delle creatività, ha assunto infatti nuove dimensioni e sfaccettature, rendendo necessario avviare una riflessione anche sui servizi, in un’ottica sempre più orientata all’innovazione, al mutualismo e alla costruzione di nuove forme di infrastruttura sociale.

Il progetto Bologna Attiva si colloca a DumBO, l’area di 40mila metri quadri all’ex scalo merci Ravone, nel quartiere Porto-Saragozza, di proprietà di FS Sistemi Urbani che è stata affidata in concessione alla società OpenEvent, è finanziato dal Programma regionale delle attività produttive ed è promosso dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana in partnership con il Comune di Bologna, l’Università di Bologna e OpenEvent.

All’interno di DumBO le attività coinvolgono in particolare i capannoni Officina e Temporanea e le aree esterne a essi adiacenti. 

Grazie alla riqualificazione e all’animazione dei diversi spazi, l’obiettivo è creare uno spazio di lavoro, di studio, di attività culturali e di dialogo aperto tra comunità, professionisti e studenti, sperimentando pratiche innovative di riutilizzo di parte di un'area che, per dimensioni e posizione, rappresenta per il territorio e i cittadini un'importante opportunità di trasformazione urbana e di risposta a nuovi bisogni. 

Dopo una prima presentazione pubblica a giugno 2021, il progetto ha preso avvio con diverse attività che animano il capannone Officina.
In primis, il bando Bologna si Attiva, che ha selezionato e supportato la realizzazione di diverse attività socio-educative, laboratoriali e culturali rivolte a infanzia, adolescenza e famiglie che si sono svolte a settembre. 
Nel mese di ottobre gli spazi di lavoro vengono attivati grazie alla presenza di diverse realtà e start-up del territorio, i cui lavoratori vengono coinvolti in un percorso di accompagnamento alla costruzione di comunità e alla programmazione di formazioni, incontri, mostre. 
Negli ultimi mesi del 2021 verranno infine aperti spazi e servizi innovativi e di prossimità dedicati agli studenti, grazie alla collaborazione con il Comune di Bologna e l’Università di Bologna e saranno avviati i lavori di progettazione degli spazi del capannone Temporanea. 

Non è stato trovato alcun elemento

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.