data evento: 15-05-2020

Oggi, venerdì 15 maggio 2020, durante la IV Commissione Consiliare sono state presentate le prime linee guida dell’amministrazione riguardanti la mobilità e lo spazio condiviso nell’emergenza.

Qui è disponibile la presentazione

Le linee guida presentate fanno parte di un lavoro complesso sullo spazio pubblico della città che coinvolge, oltre alla Vicesindaca Valentina Orioli, gli assessori Claudio Mazzanti, Matteo Lepore, Alberto Aitini insieme alla Fondazione per l’Innovazione Urbana. In vista di una pubblicazione più estesa, di seguito alcuni passaggi.

Lo scenario di riferimento: una città policentrica e sostenibile

L’emergenza COVID19 ci imporrà nei prossimi tempi di vivere in maniera differente la città e i suoi spazi, in particolare quelli destinati alle relazioni sociali. In questa situazione, la dimensione della “prossimità” e la presenza di spazi pubblici diffusi in tutta la città rappresentano un enorme valore nella dimensione qualitativa della vita delle persone.

Bologna nel futuro, da questo punto di vista, non potrà che confermare e rafforzare la strada intrapresa attraverso gli strumenti pianificatori negli ultimi anni accelerando i tempi di attuazione e implementando alcune azioni con interventi emergenziali.

Per garantire la sicurezza sanitaria e quindi la salute di tutti, la città dovrà mutare nella sua dimensione spaziale, ma anche e soprattutto nei suoi tempi. Sarà necessario ridefinire l’uso delle strade e degli spazi pubblici, rimodulare gli spostamenti e le modalità con i quali questi avvenivano, ripensare i ritmi della città. Saranno necessarie nuove regole e nuove dovranno essere le modalità con le quali potremo agire sugli spazi pubblici.

Vengono date quindi risposte immediate ri-configurando le modalità di spostamento, ma bisognerà farlo con l’obiettivo di portarsi dietro altri ormai ovvi benefici di cui abbiamo capito (oggi più che mai in questo momento di crisi) di non poter più fare a meno:

  • l’incremento della qualità e della quantità di spazi pubblici diffusi;
  • il potenziamento della prossimità e delle reti di vicinato;
  • la riduzione dell’inquinamento.

Attività previste

Ascolto e indagine
La Fondazione per Innovazione Urbana attiverà un percorso di confronto pubblico con dialoghi in streaming, nell’ambito dell’Osservatorio sull’Emergenza Coronavirus e spazi di interazione e ascolto della città, in linea con gli approcci dell’immaginazione civica.

Presentazione delle iniziative zona per zona
In relazione con il processo del Piano Urbanistico Generale, verranno organizzati 24 incontri pubblici di confronto e approfondimento in tutti i quartieri: zona per zona, verranno messi in luce gli interventi di prossimità.

Avvio campagna di comunicazione
In linea con gli obiettivi del percorso, sarà realizzata una campagna di comunicazione diffusa e multimediale. 
I progetti, le sperimentazioni e le politiche di trasformazione urbana della città saranno comunicati su diversi canali con un format grafico visivamente riconoscibile per riconoscere gli interventi e comprenderne potenzialità e modalità d’uso. La campagna si strutturerà su due livelli:

  • prossimità: zona per zona, nei luoghi in cui le trasformazioni avvengono
  • urbano: trasversalmente attraverso l’informazione e la comunicazione nei media classici e digitali