data evento: 30-03-2022

Mercoledì 30 marzo 2022 abbiamo ospitato a Bologna la visita dei partner del progetto europeo EX-TRA - EXperimenting with city streets to TRAnsform urban mobility: una giornata nei luoghi della rigenerazione, dell’innovazione e dell’urbanistica tattica di Bologna.

In tutta Europa, le città stanno cercando di ridurre radicalmente la loro dipendenza dalla mobilità basata sulle auto per affrontare le sfide della sostenibilità. Lo scopo del progetto europeo EX-TRA è di accompagnare e sostenere questo cambiamento - sia a livello di ricerca che di implementazione di pratiche - attraverso la promozione di una visione proattiva di città che siano sia sostenibili che accessibili senza auto e di strategie efficaci per affrontare la resistenza al cambiamento.  

Nell’ambito di EX-TRA si stanno quindi sperimentando progetti di trasformazione degli spazi pubblici nelle strade di tutta Europa, tramite l’uso di interventi temporanei che trasformano le strade da luoghi per il traffico a luoghi per le persone. L’obiettivo del progetto è analizzare i punti di vista e le esperienze delle persone che vivono questi cambiamenti temporanei, noti come interventi sperimentali di urbanistica tattica, per accrescere la nostra comprensione di come le strade possano essere trasformate per offrire più spazio alle persone, garantendo che gli impatti e il processo siano socialmente inclusivi e giusti.

L’urbanistica tattica è infatti un processo di trasformazione urbana utilizzato dalle città di tutto il mondo che permette di cambiare rapidamente l’uso di strade e spazi cittadini con elementi temporanei e poco costosi, analizzare la loro efficacia e poi adattare il progetto definitivo sulla base delle reazioni di cittadini e cittadine, delle comunità locali e del territorio.

La delegazione arrivata a Bologna era composta da una ventina di persone, rappresentanti dei partner del progetto europeo, a cui la nostra Fondazione partecipa come sub-contractor del DASTU (Dipartimento architettura e studi urbani) del Politecnico di Milano: University of Amsterdam (capofila), University of Westminster, Ghent University e Technical University of Munich, Municipality of Munich e Green City Experience (Germania), Transport for London e London European Partnership for Transport (Regno Unito), Municipality of Amsterdam e Goudappel Coffeng (Paesi Bassi), Municipality of Ghent - Leefstraaten (Belgio).

Dopo una due giorni di conferenze, visite e incontri per il management del progetto a Milano, la trasferta in Italia è proseguita dunque con una giornata a Bologna durante la quale abbiamo presentato loro i principali interventi di rigenerazione urbana e sociale che abbiamo realizzato, approfondendo in particolare gli approcci per il monitoraggio delle trasformazioni applicato dalla nostra Fondazione e confrontandolo con le esperienze sviluppate dalle altre città. La visita ha inoltre toccato alcuni dei luoghi più significativi in città dal punto di vista dell’innovazione e della rigenerazione, come gli spazi di Innovazione Urbana Lab tra Palazzo d’Accursio e Salaborsa, Piazza Rossini, gli spazi di Bologna Attiva a DumBO e via Procaccini, l’area del quartiere Navile selezionata come oggetto di sperimentazione di EX-TRA a Bologna.

L’intervento di via Procaccini - che sta per essere inaugurato - ha realizzato la prima piazza scolastica di Bologna, per offrire una nuova area pedonale e migliorare la convivenza tra i mezzi e tutte le persone, garantendo in particolare a studenti e studentesse maggiore autonomia e sicurezza nei percorsi tra casa e scuola e nuovi spazi dedicati all’incontro e all’attesa.
Il progetto ha inoltre saputo coinvolgere i ragazzi e le ragazze delle vicine Scuole Testoni Fioravanti, che hanno collaborato sia alla definizione dei cartelli che compongono il progetto, delle scritte e dei giochi disegnati a terra, che alla realizzazione di quest’ultimi, partecipando attivamente al cantiere di allestimento.
Il nuovo allestimento di via Procaccini avrà una permanenza di circa 12 mesi. A seconda dell’impatto dell’intervento temporaneo, sarà realizzata la trasformazione definitiva dell’area che terrà conto degli usi che le persone hanno fatto dello spazio durante questa prima sperimentazione.
Dopo l’inaugurazione, quindi, proseguiremo le attività di osservazione e monitoraggio svolte nell’ambito del progetto EX-TRA attraverso la piattaforma Commonplace e con la collaborazione della società Systematica che analizzerà i nuovi flussi di persone e mezzi tramite la telecamera.

Visita il sito del progetto europeo EX-TRA
Per saperne di più sull’urbanistica tattica 

Save
Cookies user prefences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Joomla
Joomla
Accept
Decline
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Google Analytics
Accept
Decline