OSSERVATORIO BANNER FIU

data evento: 04-05-2020

Lunedì 4 maggio 2020 alle 18.30, in diretta sulla nostra pagina Facebook, l’autore e regista svizzero sarà ospite dell'Osservatorio sull'Emergenza Coronavirus R-Innovare la città nel dialogo Art in the time of the pandemic: A dialogue on death, suffering and activism

Regista teatrale di acclarata fama internazionale (il Guardian ha definito il suo The Congo Tribunal l’opera di teatro politico più ambiziosa mai realizzata) e direttore artistico del NTGent, il teatro di Gand, e della compagnia IIPM - International Institute of Political Murder - ha da sempre messo al centro del suo lavoro il rapporto tra arte e attivismo. Attraverso il teatro e l’arte Milo Rau denuncia l’ingiustizia sociale, pone l’accento su come i conflitti storici e socio-politici intervengano brutalmente sulle vite comuni e sulle comunità e racconta le fragilità sociali.

Il suo punto di vista amplia il ragionamento che finora abbiamo voluto proporre all’interno dei Dialoghi dell’Osservatorio aggiungendo l’importante sguardo dell’arte e degli artisti sui drammatici cambiamenti in atto. Il dialogo con Milo Rau vuole indagare proprio questo differente respiro sul mondo contemporaneo, sulla dialettica tra il vivere comune e i “macro momenti” della Storia e sulla relazione tra arte e comunità.

Può una prospettiva critico-artistica aiutare nell’elaborazione del lutto e dei traumi personali e collettivi che stiamo vivendo? Che ripercussioni avrà il distanziamento sociale sul mondo del teatro e della cultura? Come agiscono i dispositivi di contenimento sociale sulle fasce più fragili della popolazione? È necessario in questo senso un ripensamento del ruolo dell’arte e dell’artista?

Saranno questi gli interrogativi da cui partiremo lunedì 4 maggio alle 18.30, in diretta sulla pagina Facebook di Fondazione per l’Innovazione Urbana, in un dialogo tra Milo Rau, Raffaele Laudani e Chiara Faini e con tutte le persone che vorranno collegarsi per porre delle domande al nostro ospite.


Milo Rau è regista teatrale e direttore artistico del NTGent, il teatro di Gand, e della compagnia IIPM - International Institute of Political Murder, Rau ha concentrato la sua ricerca drammaturgica sui conflitti storici e socio-politici e sulla loro relazione con le vite comuni e con le comunità. Tra le sue opere “Five Easy Pieces”, “The Congo Tribunal” e “The Europe Trilogy”.

Link utili
Milo Rau, l’artista che vuole cambiare il mondo
Milo Rau: "Dopo il coronavirus Cechov e Shakespeare non ci basteranno più”
Milo Rau: Coronavirus, liberismo autoritario e l'insurrezione dei superflui

RINNOVARE LA CITTA OSSERVATORIO POST FB MILO RAU 4 MAGGIO

Aggiornamenti Rinnovare la città Osservatorio

Save
Cookies user prefences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Google Analytics
Accept
Decline
Joomla
Unknown
Accept
Decline