2019 LAB QUARTIERI BANNER SITO FIU

Aggiornamenti Laboratori di Quartiere FIU

Laboratori di Quartiere

A partire dal 2017, il Comune di Bologna, con il coordinamento della Fondazione per l’Innovazione Urbana e in stretta collaborazione con i Quartieri, promuove i Laboratori di Quartiere, spazi di confronto democratici e accessibili a tutte e tutti. Attraverso assemblee pubbliche nei quartieri, incontri tematici e via web, l'obiettivo è attivare processi stabili di ascolto, dialogo e collaborazione in ogni quartiere, per far emergere priorità, bisogni, indicazioni e proposte, immaginando soluzioni condivise.

Con dialogo costante e momenti di attivazione cittadina in tutti i quartieri, tra il 2017 e il 2018 circa 7.000 cittadini e cittadine hanno partecipato ai Laboratori di Quartiere da cui sono emersi 60 progetti per il Bilancio partecipativo. Attraverso il voto, 30.932 cittadini e cittadine, quartiere per quartiere, hanno selezionato 12 progetti oggi in via di realizzazione.
Segui le fasi di realizzazione dei progetti vincitori e monitora il loro stato di avanzamento

Nel 2019, il Comune avvia un nuovo percorso per discutere e definire il futuro della città e dei suoi quartieri su urbanistica, ambiente, mobilità, educazione, nuove economie, casa, spazi pubblici e cultura

OBIETTIVI DEI LABORATORI DI QUARTIERE 2019 

Piano Urbanistico Generale
Il Piano Urbanistico Generale (PUG) è uno strumento per la pianificazione urbanistica della città. Nei prossimi due anni, il Comune di Bologna ha il compito di revisionare il piano vigente, definire obiettivi e priorità per migliorare la qualità della città e individuare nuovi indirizzi per le trasformazioni del territorio, quartiere per quartiere.
Le indicazioni raccolte nei Laboratori saranno integrate con le linee tecniche nella proposta di Piano Urbanistico Generale, prevista per la fine del 2019. Attraverso una successiva fase di discussione, sarà poi possibile contribuire con ulteriori indicazioni più puntuali, prima dell’approvazione del Piano da parte degli organi politici (entro dicembre 2020).
Puoi contribuire a costruire la visione del Piano e a definire gli obiettivi prioritari per:

  • aumentare la vivibilità dei quartieri, partendo dalla cura degli spazi verdi, dalla rigenerazionedelle aree dismesse, ecc.
  • rendere la città più sostenibile e adattabile ai cambiamenti climatici
  • garantire l’accessibilità ai servizi educativi e culturali e promuovere l’accessibilità alla cas
  • gestire le nuove dinamiche della città: il turismo, la ricerca di casa, le nuove economie
  • definire il ruolo di Bologna rispetto alle dinamiche nazionali e internazionali.

Patto per la Lettura
Il Comune di Bologna e l’Istituzione Biblioteche, con il sostegno del Centro per il libro e la lettura, hanno lanciato il percorso del Patto per la Lettura, a cui hanno aderito numerose associazioni, cittadini, gruppi informali e soggetti imprenditoriali. L’obiettivo è dotare la città di Bologna di un piano per promuovere la lettura e la conoscenza in modo continuativo, trasversale e strutturato.
Puoi contribuire a mappare e definire i luoghi della lettura (biblioteche, associazioni, ospedali, carceri, condomini, punti lettura negli impianti sportivi, cortili di musei e teatri, centri anziani, piazze/parchi, luoghi per l’infanzia/adolescenza, luoghi di ritrovo, scuole) e a individuarne di nuovi.
Se sei interessato e vuoi essere coinvolto più attivamente, trovi maggiori informazioni qui: pattoletturabo.it

Bilancio partecipativo
Il Bilancio partecipativo è uno strumento di democrazia diretta che ha l’obiettivo di realizzare, su proposta dei cittadini, interventi di riqualificazione e riorganizzazione di spazi, opere pubbliche, nuovi arredi nei quartieri della città. Giunto al terzo anno, il Bilancio partecipativo prevede una prima fase di emersione dei bisogni, che si terrà fino a giugno. A ottobre, con 6 incontri dedicati e uno spazio digitale, si terrà la fase di proposta dei progetti dei cittadini. Successivamente, si aprirà la fase di voto. Le tue idee potranno diventare progetti da far votare ai cittadini di Bologna e i progetti più votati per ciascun quartiere saranno realizzati. Maggiori informazioni: partecipa.comune.bologna.it/bilancio-partecipativo

Nei Laboratori di Quartiere 2019 puoi inoltre ricevere informazioni sui percorsi relativi a:

Prima linea tranviaria
Il Comune di Bologna ha presentato un progetto di fattibilità tecnica ed economica della prima linea tranviaria di Bologna che partirà da Borgo Panigale e passerà dall’ospedale Maggiore, il centro storico, la stazione centrale, il distretto fieristico, la zona del Pilastro e la zona della facoltà di Agraria e del Caab, con un’ulteriore diramazione dalla Fiera al parcheggio Michelino. Se sei interessato, riceverai le informazioni sul progetto e sarai indirizzato verso gli incontri di approfondimento che saranno organizzati nei quartieri. Maggiori informazioni: fondazioneinnovazioneurbana.it/progetto/versoiltram

Centri sociali anziani
Il Comune di Bologna ha avviato un percorso di ridefinizione del ruolo dei Centri sociali ricreativi culturali per aumentare le azioni di animazione socio-culturale, contrastare le nuove forme di fragilità sociale e dare risposta a nuovi bisogni. I centri sociali, diffusi sul territorio bolognese a partire dagli anni ‘70 e in modo particolare negli anni ‘80, sono 33, distribuiti nei diversi quartieri: a Navile e Savena sono 7, a San Donato-San Vitale 6, a Porto-Saragozza e Borgo Panigale-Reno 5, a Santo Stefano 3. Se sei interessato, riceverai le informazioni per partecipare ai percorsi specifici dedicati a ogni centro sociale che saranno avviati in ciascun quartiere.

COME E QUANDO PUOI PARTECIPARE?

Nel corso del 2019, la Fondazione per l'Innovazione Urbana è inoltre impegnata a coordinare percorsi di ascolto, coinvolgimento e co-progettazione che riguardano alcuni specifici luoghi della città:

Per seguire tutte le attività:
partecipa.comune.bologna.it/laboratori-di-quartiere
Per ulteriori informazioni:

Non è stato trovato alcun elemento