banner politico poetico FIU

data evento: 02-12-2020

Dopo l’interruzione della scorsa primavera causata dall’emergenza sanitaria Covid-19, è ripartito il progetto Politico Poetico promosso dal Teatro dell’Argine che coinvolge i ragazzi e le ragazze delle scuole superiori della città sui temi dell’Agenda 2030

La nostra Fondazione collabora attivamente al progetto e, durante la prima settimana di dicembre, torna, anche se virtualmente, in sette classi scolastiche di Bologna per condurre dei laboratori di coinvolgimento e formazione per i ragazzi e le ragazze. 

Durante gli incontri, faremo innanzitutto il punto sul lavoro che avevamo avviato a febbraio attraverso la creazione del gioco da tavola Il futuro è in gioco. L’obiettivo era stato ascoltare la voce dei più giovani su temi cruciali come Ambiente, Lavoro ed Economia, Disuguaglianze, Città e Comunità, Pace e Giustizia e coinvolgerli nelle politiche dell’amministrazione, arrivando a far emergere delle proposte politiche e di cambiamento degli usi quotidiani personali.  

Riterremo poi particolarmente significativo raccontare, riflettere e dialogare con gli studenti e le studentesse su quanto è accaduto in questi mesi con il verificarsi dell’emergenza sanitaria Covid-19, su come la città sta reagendo e lungo quali visioni e quali sono i nuovi bisogni e le nuove dinamiche in corso a livello territoriale. A tal fine, i ragazzi e le ragazze avranno anche l’occasione di ascoltare delle testimonianze dirette da parte di rappresentanti di realtà civiche locali che si sono attivate durante le fasi più critiche dell’emergenza. 

Racconteremo infine le nuove opportunità connesse ai progetti coordinati dalla nostra Fondazione, a partire dalla possibilità anche per i più giovani di votare i progetti e le priorità del Bilancio partecipativo del Comune di Bologna e di usufruire del nuovo spazio digitale di approfondimento sui temi ambientali chiara.eco. 

Politico Poetico è un progetto delle Scuole di Quartiere a cura del Teatro dell’Argine di cui la Fondazione è partner. Il progetto è parte di Così sarà! La città che vogliamo realizzato da Emilia Romagna Teatro Fondazione, cofinanziato dall'Unione Europea - Fondo Sociale Europeo, nell'ambito del Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020, promosso da Comune di Bologna.